La museruola

DSCF0116BY

LEGGE REGIONALE (N. 107, 111, 70-03)

approvata dal Consiglio regionale nella seduta antimeridiana del 25 settembre 2012

Art. 20

(Accesso negli esercizi pubblici, commerciali e nei locali e uffici aperti al pubblico)

  1. I cani, accompagnati dal detentore, hanno accesso a tutti gli esercizi pubblici e commerciali, nonché ai locali e uffici aperti al pubblico presenti sul territorio regionale.
  2. I detentori che conducono i cani negli esercizi, locali e uffici di cui al comma 1, sono tenuti a usare sia guinzaglio che museruola, qualora prevista dalla normativa statale, avendo cura che i cani non sporchino e non creino disturbo o danno alcuno.
  3. Il regolamento di cui all’articolo 36 definisce le misure generali di sicurezza e le forme di promozione dell’accessibilità.
  4. Il responsabile degli esercizi pubblici e commerciali, nonché dei locali e degli uffici aperti al pubblico può adottare misure limitative all’accesso, previa comunicazione al Sindaco.

Art. 21

(Accesso dei cani ai giardini, parchi e aree pubbliche)

  1. Ai cani accompagnati dal detentore è consentito l’accesso nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico, ivi compresi i parchi e i giardini; in tali luoghi, è obbligatorio l’uso del guinzaglio e, nei casi previsti dalla normativa vigente, anche della museruola.
  2. È vietato l’accesso ai cani in aree destinate e attrezzate per particolari scopi, come le aree giochi per bambini, quando le stesse sono delimitate e segnalate con appositi cartelli di divieto.
  3. Chiunque conduca il cane in ambito urbano è tenuto a raccoglierne le feci e ad avere con sé strumenti idonei alla raccolta delle stesse.
  4. Il responsabile dei giardini, parchi e aree pubbliche può adottare misure limitative all’accesso, previa comunicazione al Sindaco

Dalla fine del 2012, è permesso l’accesso dei cani, nella maggior parte dei luoghi pubblici siano essi negozi oppure uffici, nonché nei parchi cittadini. Lo stesso per quanto riguarda l’accesso ai treni, e in alcuni casi gli autobus e metropolitane.

Pur essendo una grande conquista per i proprietari dei cani, pone tutti difronte a una scelta ben precisa, cioè dare al cane le competenze per poter affrontare in tranquillità, luoghi ancora sconosciuti, con stimoli nuovi, pavimenti scivolosi, odori nuovi, alta concentrazione di persone, spazi ristretti, presenza di altri cani, bambini, e soprattutto, in alcuni casi, la museruola.

La museruola è un tabù per la maggior parte dei proprietari, che la vedono come strumento di tortura e coercizione. Imparare ad usarla, e specialmente farla accettare volentieri al proprio cane, è il primo passo verso la sua libertà.

Scegliere la museruola adatta

Innanzitutto è necessario portare con sé il cane al negozio per scegliere un modello adatto. I criteri che deve rispettare la museruola sono:

  1. aderire al muso del cane comodamente, poggiando leggermente anche sul naso e sotto gli occhi
  2. il cane non deve esser in grado di togliersela da solo
  3. deve esser fatta in maniera che il cane possa bere e respirare bene

Esistono museruole di plastica, di stoffa, ferro ed anche di pelle.

Abituare il cane alla museruola

(tratto da un testo della Tierärztliche Vereinigung für Tierschutz e.V.)

  1. Mostrate al cane la museruola e lodatelo mentre si avvicina per annusarla.
  2. Mettere del cibo all’interno della museruola. L’ideale è spalmare formaggio tipo Philadelphia, ma vanno benissimo anche i soliti biscotti o il cibo. Ripetete l’esercizio finché il cane non trovi piacere infilare la testa nella museruola.
  3. Quando il cane prende tranquillamente il cibo all’interno della museruola, si può allacciare la museruola avvolgendo la cinghia attorno al collo. Il cane deve ricevere dei complimenti se rimane tranquillo. Togliere la museruola dopo circa dieci secondi. L’esercizio è da ripetere diverse volte.
  4. Aumentare il tempo nel quale il cane deve portare la museruola. Togliere la museruola, lodare il cane e premiarlo con un biscottino e rimettere la museruola al cane. Questo esercizio è da ripetere per 3-4 volte di seguito. Tutto l’esercizio va fatto circa dieci volte al giorno. Una volta che il cane tollera la museruola per almeno cinque minuti senza tentare di toglierla (stando in casa) si può iniziare a preparare il cane alla passeggiata facendo qualche passo in casa.
  5. Il cane deve portare la museruola per qualche minuto (per esempio mentre si prepara il cibo per lui) e quando si esce per la passeggiata. Una volta usciti di casa, dopo qualche minuto di camminata si toglie la museruola. Durante la passeggiata è da rimettere e da togliere per qualche volta. Si arriverà al punto di “dimenticare” di togliere la museruola. Dopo circa due settimane la maggior parte dei cani porta la museruola senza problemi durante un’uscita breve (circa quindici minuti).
  6. Una volta che il cane porta la museruola senza problemi per almeno un’ora la fase di allenamento è terminata.

Importante:

  • Fino al termine della fase di abituazione alla museruola non si deve assolutamente lasciare il cane senza sorveglianza.
  • Per evitare ferite alle zampe o al muso ogni tentativo da parte del cane per togliersi la museruola è da interrompere, con gentilezza ma determinati.
  • Durante questo periodo sono da evitare tutte le esperienze negative (visita veterinario, ecc.).