Obbligatorietà guinzaglio ed accesso luoghi pubblici in FVG

DSCF0099BY

Lo scorso 18 marzo la Regione Friuli Venezia Giulia ha diramato ai Sindaci una Circolare in cui si forniscono:

  1. chiarimenti relativi all’obbligatorietà di condurre i cani al guinzaglio in certe aree
  2. l’obbligo per i detentori di impedire la fuga dei cani
  3. l’obbligo di adottare le modalità più idonee a garantire la tutela di terzi da aggressioni e danni.

Nello specifico viene indicato che, in tutte le zone dei Comuni non classificabili come aree urbane o luoghi aperti al pubblico, ad eccezione di parchi, giardini e spiagge libere, non vi è l’obbligo per il detentore di condurre il cane al guinzaglio e, pertanto, non è applicabile la sanzione prevista dalla Legge Regionale 20/2012.

Inoltre, viene sottolineato come, nelle aree urbane o luoghi aperti al pubblico e nell’eventualità in cui la mancanza del guinzaglio  o la fuga dell’animale crei danni a terzi, oltre alle eventuali responsabilità a carico del detentore nei confronti del “danneggiato”, potrà anche essere applicata relativa sanzione .

La Circolare ricorda infine che locali o uffici aperti al pubblico possono vietare l’accesso ai cani esclusivamente esponendo all’ingresso ed in modo ben visibile la comunicazione inviata al Sindaco inerente le forme di limitazione. Senza l’affissione della comunicazione al Sindaco il divieto di accesso effettuato con adesivi o altri metodi non è opponibile al pubblico ossia non può essere negato l’accesso.

In calce il testo integrale della Circolare.

Leggi: Circolare uso guinzaglio e accessi pubblici