Pet Therapy

Il neologismo anglosassone pet therapy sta ad indicare tutta una serie di interventi e terapie con gli animali domestici e di affezione. Negli ultimi anni tali attività hanno assunto un carattere di elevata organizzazione, quindi parlare di pet-therapy è quantomeno improprio e impreciso. Da qui la necessità di creare una terminologia precisa e uniformata a livello nazionale ed internazionale. Vengono utilizzati quindi i termini quali

  • Attività Assistite con Animali (AAA). Hanno come obiettivo il miglioramento della qualità della vita
  • Terapie Assistite con Animali (AAT). Sono co-terapie (in quanto costituiscono un’integrazione alle terapie “tradizionali”) che puntano ad eliminare uno stato di malattia o a ridurre gli effetti negativi della malattia sulla salute del paziente seguendo un preciso protocollo terapeutico.
  • Attività Educative Assistite con Animali (AAE). Sono interventi di tipo educativo e/o ludico-ricreativo rivolti a bambini e ragazzi in età evolutiva.

Ambiti di intervento:

  • In ambito scolastico come intervento educativo AAE favorendo un buon approccio con il cane così da prevenire morsicature e altro..
  • In ambito riabilitativo, sia motorio che psichico, per adulti e bambini (handicap psichico e/o fisico).
  • In ambito geriatrico con progetti di attività e progetti riabilitativi nelle case di riposo ed RSA.
  • Inoltre in tutti quei casi in cui è necessario assicurare benessere e migliorare la qualità della vita.